Collaborazioni

Vi presentiamo la nuova Sàga Edizioni

Sága è un progetto culturale tutto al femminile che nasce nel 2021 con lo scopo di portare sul mercato titoli interessanti che non riguardano solo la modernità, ma anche le leggende e i miti: storie che hanno dato origine al mondo, alla parola, ai racconti…

Chi c’è dietro la Sága Edizioni?

Un libro sogna. Il libro è l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni.
(Ennio Flaiano.)

Giulia Previtali è appassionata di qualsiasi genere di arte, dal canto al teatro, la scrittura e la lettura sono sempre stati due dei suoi primi amori. Dopo la laurea in Scienze dei Beni Culturali, le pagine di carta l’hanno sempre attirata come un mantra e da allora non è più riuscita ad allontanarsene: dopo il diploma in sceneggiatura cinematografica, si è iscritta a un master dedicato ai mestieri dell’editoria in una nota università di Milano. Ha pubblicato vari articoli sulla rivista Switch Magazine e Milano Glamour. Dopo vari stage e la collaborazione nella sezione marketing di Mondadori, oggi collabora con diverse case editrici e con riviste online, tra cui Pubblicinemà. Ha pubblicato con la collana Tulipani un romanzo introspettivo: Colori. Gestisce un blog, The Nerd’s Family in cui si occupa dei libri e del mondo del cinema. Nel 2021 fonda assieme alle sue collaboratrici il progetto Sága Edizioni.

You shall not pass!
(J.R.R. Tolkien)

Alessandra Micheli nasce a Roma il 17 gennaio 1976, città in cui risiede attualmente. Si è laureata in scienze politiche con una tesi sull’“antropologia del Peacekeeping nel pensiero di Gregory Bateson”. Ha un master in “cooperazione economica culturale e diritti umani nell’area mediterranea” ed è un Tecnico Superiore per la mediazione culturale tramite un corso IFTS.
Ha seguito un altro corso di specializzazione in mediazione in ambito socio-abitativo realizzato dall’ATS formata da: Cooperativa Interculturando (capofila), Fondazione Risorsa Donna e Associazione “Spirit Romanesc” Roma.
Ha partecipato come relatore al Convegno dal titolo “La città cambia. Dalla multietnicità alla gestione della diversità” a conclusione del progetto MEDIARE, presso la Provincia di Roma (Palazzo Valentini). Dopo aver pubblicato molti articoli sul sito http://www.didaweb.net/mediatori, ha scritto diversi saggi. Da Novembre 2016 gestisce due blog: Les Fleurs du Mal. È valutatrice in diverse case editrici e, spesso, si comporta come un vero e proprio agente letterario.

Giulia Amoroso. Classe 1992, è una lettrice appassionata e studia lingue straniere sin dalla giovane età. Dopo il diploma scolastico in Lingue e Letterature Straniere, si è iscritta a diversi corsi di approfondimento delle lingue studiate, presso la Freie Universität Berlin, l’Università di Stoccolma
e il Goethe-Institut Deutschland. Successivamente ha lavorato come collaboratrice freelance per aziende italiane, traducendo principalmente dall’inglese e dal tedesco verso l’italiano. È entrata per caso nel mondo dell’organizzazione di eventi, dove lavora ancora oggi, nella città di Milano. Appassionata di storia medievale e costumi d’epoca, è stata un membro di una Compagnia d’Arme per quasi dieci anni, il cui impegno è l’insegnamento della scherma medievale e la rievocazione storica. Collabora regolarmente come scrittrice nel blog The Nerd ‘s Family dove recensisce libri e scrive le notizie del mondo nerd, è sempre alla ricerca di nuove destinazioni in cui viaggiare ed è anche un’appassionata di fotografia del paesaggio che condivide le sue creazioni tramite il suo account Instagram.

Non permettere agli altri di rovinarti i piani: è la tua vita e puoi benissimo rovinartela da te.

Barbara Astegiano. Disegna da quando ne ha memoria, ma è in un freddo Febbraio del 1998, quando sfoglia per la prima volta un Ranma 1/2, che capisce che il fumetto è la sua strada. Si approccia a questo mondo artistico lavorando su cover ed illustrazioni per libri, partecipando a collettivi come The Nerd’s Family, Granadilla, Potpourri Comics, Collettivo Lamia, Unip0rni e collabora anche con Capitani Italiani. Ma è lavorando come assistente ed aiuto colorista che muove i primi passi con editori più blasonati. Esordisce oltreoceano per la Severin Films con uno spillato che omaggia il film horror The Theatre Bizarre, adattato da Andrea Cavaletto e Francesco Massaccesi e con poche pagine sulla
pandemia per una raccolta sulle quarantene di Ivy Editore. Al momento lavora su un volume per una casa editrice nostrana, ma spera di tornare presto nel campo splatter.

Giorgia Baroni. Classe 1993. Dopo essersi diplomata come Tecnico dei Servizi Sociali nel 2012, si avvicina sempre di più al mondo olistico iscrivendosi alla scuola di Naturopatia.
Attualmente lavora presso il customer care di una nota finanziaria ed è supporto Team leader della stessa. Questo passaggio di posizione le ha dato un’idea chiara di quello che potesse fare a livello organizzativo e strutturale in un’azienda. Precisa, puntuale, ordinata: sono queste le parole chiave che la
descrivono. Sempre alla ricerca di nuovi mondi che le permettano di accrescere le sue conoscenze, nel 2021 ha fondato Sága Edizioni insieme alle sue collaboratrici e questo le ha permesso di unire entrambe: sia le sue capacità come amministratrice, sia il suo amore per le letture.

Il flash di Ares · Recensioni Libri

I Flash di Ares: Accordi di Rebecca Quasi e Amalia Frontali

Amici, a Sigmund Freud sarebbe piaciuta la storia di questa coppia apparentemente mal assortita e produttrice di innumerevoli film mentali, nel migliore stile di questa singolare coppia di autrici italiane.

Spinn off di Centro di cui vi parlavo un po’ di tempo fa si svolge quattro anni prima della Love Story tra Leopold e Ina.

Qui i protagonisti sono Dorotea, sorellina minore di Leopold cresciuta isolata e piena di problemi e Gunther, uomo non giovanissimo ma dotato di una volontà di ferro ed un aplomb da far paura a un santo.

Si sposano un po’ per interesse ed un po’ per curiosità e sperimentano un unione che vedrà tanta passione e la nascita di una devozione reciproca bella e profonda.

Autrici potenti e schiette scrivono ricamando le parole e disegnando ponti mentali.

Non si può rimanere inerti di fronte alla loro bravura. Chapeau!