Genere: Romance, Storico

Pagine: n° 160

Uscita: 27 dicembre 2019

Salve readers, oggi voglio presentarvi “Schatz. Una storia vera” scritta da Angelica Rubino, in self-publishing.

“«Schatz ma tu mi vuoi bene?» «Ci devo pensare» «E quanto tempo ti serve per pensarci?» «Tutta la vita.»”

Schatz, proprio come il suo titolo, è una storia vera: racconta di Giada e Luca, entrambi pugliesi, con storie simili e sofferenze passate destinate a farli incrociare e a diventare l’uno la vita dell’altra. 

Il loro è un amore con la A maiuscola, forte e passionale come quello che si trova in qualsiasi favola. Sapranno superare momenti bui, dolori che sembrano tornare dal passato per minare la loro bolla di felicità. Ma loro ne usciranno più innamorati e sereni di prima, continuando a vivere questo amore che ogni bambina, ragazza e donna immagina. 

Come per tutte le cose però c’è una fine, e anche l’uomo a un certo punto è chiamato a lasciare tutto ciò a cui tiene di più: Giada. Quest’ultima ancora bella e forte si troverà vedova e con tanti ricordi a cui aggrapparsi del suo Luca, nell’attesa che, un giorno, possa presto raggiungerlo. 

“Schatz”, che in tedesco significa tesoro, è il nomignolo con cui Luca chiama la sua Giada. Una storia d’amore scritta in terza persona con una scrittura semplice e diretta. Si presenta come un omaggio a una coppia che nella vita ha vissuto tante esperienze, belle e brutte, in un periodo storico importante.  Anche se non apprezzo molto i flashback, devo dire che sono stati gestiti nel modo giusto. Questi salti temporali, tra passato e presente, non mandano in confusione il lettore facendo perdere il senso della storia. Avrei preferito, però, il POV alternato, una storia così intensa, a mio avviso, ne avrebbe giovato trascinando ancora di più il lettore all’interno del romanzo, coinvolgendolo con la storia stessa. 

Un libro che insegna come non chiudersi mai di fronte all’amore, perché tanto “Lui” trova sempre il modo di far aprire il tuo cuore, che tu sia una giovane donzella o una sconsolata vecchietta. 

Ci insegna, anche, che l’uomo non è un essere solitario creato per stare da solo in qualsiasi circostanza: festeggiamenti, delusioni e in qualsiasi età. L’uomo ha bisogno di donare e di ricevere, e Luca e Giada lo dimostrano tra le pagine di questo romance, perché tutte le paure le hanno superate insieme fianco a fianco, uniti dal loro coraggio comune. 

Un romance bello, toccante che, come sempre, avrei preferito leggere prima ma sono contenta di poter presentare a voi oggi. 

Come sempre…

BUONA LETTURA!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: