È un libro biografico, scritto dall’autrice con il supporto del nipote della protagonista. Racconta la vita di Antonia Brico ,una giovane donna naturalizzata americana, ma di origini olandesi, che ama la musica sopra ogni cosa: pianista eccellente sogna di salire il gradino della direzione d’orchestra. 

Siamo negli anni venti e questa professione è assolutamente preclusa alle donne che in quegli anni non potevano neanche esercitare il ruolo di professore d’orchestra .

Nata in una famiglia complicata con un padre netturbino a New York ed una madre anaffettiva che sembra odiarla, la ragazza scoprirà a sue spese quanto è difficile per una donna realizzare i propri sogni, quando anche chi dovrebbe amarti non ti sostiene.

Trama complessa e dagli sviluppi imprevedibili mi ha colpito per la forza d’animo della protagonista;la sua fermezza nel non arrendersi mai,la volontà che l’ha animata è stata un grande esempio per l’emancipazione femminile. 

Eppure pochi la ricordano e, curiosamente,anche oggi appare chiaro che il ruolo di direttore d’orchestra è destinato quasi sempre agli uomini e le donne che seguono questo percorso sono veramente poche. 

Una chiara indicazione che la strada per l’emancipazione è ancora lunga. Questo soggetto ha ispirato anche un film The conductor (2018); non mancherò di cercarlo in rete, sono veramente curioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: