Lettere in bottiglia: Champagne, carote e tacchi a spillo di Katiuscia Salvini

LINK D’ACQUISTO: https://amzn.to/3ir9gwR

“Champagne, carote e tacchi a spillo”… e mai titolo fu più azzeccato! 

Scusate il preambolo poco ortodosso ma avevo proprio bisogno di dirlo. Non mi era mai capitato di trovare un titolo che racchiudesse in sé l’intera trama ma in questo caso è proprio così.

La storia ci parla di Cécile, influencer parigina molto snob e di Gabriel agricoltore un tantino prevenuto verso il lusso e il mondo dei social. La storia tra i due si intreccia a causa di uno scandalo, seguito da un piccolo inganno innocente.


Cécile ama il lusso, la vita pubblica e adora essere sempre al top… immaginate il suo sconcerto quando cade preda di un enorme scandalo. La donna all’apparenza superficiale si lamenta con vigore quando, improvvisamente, si ritrova catapultata nel mondo di Gabriel, fatto di mucche, fattorie fatiscenti e vita all’aria aperta.

L’autrice cattura, con le sue parole, ogni minima sfumatura del carattere della frizzante parigina, a partire dal suo sconcerto per letame, camicie a quadrettoni fino a essere dolce quando le capita di abbassare la guardia.


Gabriel, al contrario, ama la vita della fattoria, ama il lavoro manuale e odia con tutto sé stesso la vita fatta di lustrini e amore dei beni materiali nella quale vive Cécile. Gabriel è un trentenne con tante (forse troppe) responsabilità, ama la sua famiglia e non sopporta la superficialità. Inizialmente si ritrova a criticare ogni tratto del carattere di Cécile e ogni aspetto della sua vita… ma come si dice? Alla fine, chi disprezza compra.

In un certo senso il libro spezza una lancia a favore degli influencer, molto spesso criticati, e ci fa vedere più da vicino che vita vivono, quali sono i pro e i contro del loro ambiente.

La storia ci viene raccontata dal POV di entrambi i protagonisti; seguire i loro dialoghi sprezzanti, ma soprattutto i loro pensieri, è esilarante. I personaggi si prendono in giro a vicenda, con battute sdegnose e frecciatine che rendono la narrazione divertente e spiritosa.

Il confine tra odio e amore che lega i due protagonisti è molto sottile e una volta superato quel limite non è poi così facile tornare indietro. Ho letteralmente adorato le esclamazioni colorite di Cécile, è davvero un personaggio che sembra uscire fuori dalla pagina.

La scrittura di Katiuscia Salvini è fluente, piacevole e leggera. La storia è frizzante, divertente e riesce a strapparti un sorriso già dalle prime pagine. Consigliato per chi vuole ridere e divertirsi, ma anche vivere una storia d’amore molto dolce fra due personaggi agli antipodi.

VEGA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: