I Canti di Calliope: Forse ci Ritroveremo di E. Lockhart

Benvenuti cari lettori, oggi voglio presentarvi un filosofico e romantico racconto: “Forse ci ritroveremo” di E. Lockhart, edito DeA.

«Vestito ceruleo e occhi spalancati, come una leonessa. Un’onda impetuosa di capelli disobbedienti.
Lei contiene contraddizioni.»

Questa è la descrizione perfetta di Adelaide, protagonista di “Forse ci ritroveremo”.
L’estate dei suoi diciotto anni sono, per lei, un momento difficile della sua vita: tra sentimenti e famiglia si ritroverà catapultata in una partita di carte a cui le sembra di non aver mai giocato.
Un libro davvero sorprendente e inaspettato perché non è la classica storia romantica che racconta un dolce amore finito male.

L’autrice con “Forse ci ritroveremo” ha saputo narrare in terza persona, attraverso una scrittura chiara e scorrevole, alcune delle più brutte piaghe dell’adolescenza. Dividendo il racconto in quattro parti ha, di fatto, dato vita a una storia in cui si espongono le molteplici sofferenze del cuore umano.

Leggendo per un attimo mi sono sentita trascinata indietro nel tempo a quando, anch’io, come Adelaide, prima di fare qualcosa pensavo ai possibili scenari di come potevano compiersi le mie azioni.

E puntualmente nulla avveniva come stabilito, un ritorno al passato divertente, nostalgico e piacevole.

Adelaide mi ha colpito perché è una fragile leonessa che, con le sue paure e fragilità, non ha timore di affrontare nulla e nessuno. Sa cosa l’aspetta lì fuori, i numerosi rischi in cui si può imbattere; oppure i tanti problemi in famiglia, che non mancano mai.

Lei, però, cerca di non farsi abbattere, trovando quella giusta strada per non annegare.
La protagonista è una semplice adolescente in cui molti ragazzi potrebbero riconoscersi e da cui dovrebbero prendere esempio, perché in questo mondo, e nella vita in generale, tante sono le difficoltà o le delusioni che incontreremo.

L’importante non è cadere ma sapersi rialzare sempre con la voglia di poter affrontare meglio l’attimo successivo.

Un libro da leggere e da non perdere perché ricco di sorprese.
Come sempre… BUONA LETTURA!

Pubblicato da Filomena

APPASSIONATA LETTRICE, AMO LEGGERE QUALSIASI GENERE LETTERARIO: DAL ROMANCE, AL FANTASY, TROVANDO UN PARTICOLARE INTERESSE PER GLI MM. Come scrive Marilù S. Manzini per me la vita è come un libro da leggere, ognuno ha il suo spessore differente. Qualcuno ha più pagine, qualcuno meno. Quelli con la copertina rigida quelli che l hanno morbida. Ma quello che non possiamo fare è correre subito a leggere la fine, perché siamo analfabeti e impariamo a leggere man mano che sfogliamo. Siamo anche pò dislettici: a volte sbagliamo parola, non capiamo il loro significato, lo scambiamo. In più ci sono le note al margine, le più pericolose, perché non sono risposte attendibili, ma suggerimenti che non fanno altro che incasinarci ancora di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: