Lettere in Bottiglia: Faith di Erika Vanzin

recensione Renata, monica, tatiana, claudia

“Hi, Roadies!”

Ogni volta che leggo queste parole mi gaso perché significa che i Jailbrids sono tornati ed anche questa volta l’hanno fatto con il botto.

Quello di cui parliamo oggi è il terzo capitolo della serie Roadies di Erika Vanzin e colgo l’occasione per ringraziare l’autrice per la copia omaggio. Essendo il terzo capitolo della serie, anche se autoconclusivo, è consigliato leggere prima gli altri due volumi.

“Faith” è un libro dolce, esplosivo e ritmato al tempo stesso. I protagonisti questa volta sono Micheal, chitarrista della famosa band e noto sciupafemmine e Faith, donna semplice, apparentemente fragile e proveniente da una realtà particolare e molto chiusa. 

La storia ci viene narrata in prima persona secondo il POV di entrambi i protagonisti, rendendo il ritmo del racconto incalzante, profondo e dinamico.

«Cristo Santo! Solo tu riesci a strappare una ragazza da una setta religiosa, ancora vergine e ingenua, e farla scivolare dentro un mondo di rockstar e concerti senza farle battere ciglio.»

Qui troviamo due caratteri diversi, due persone agli opposti, due realtà che non potrebbero incontrarsi in nessun modo, eppure l’autrice riesce dove tutto sembra impossibile.

“Ho sempre preso in giro i miei amici perché si sono rammolliti da quando hanno trovato una donna, e invece mi ritrovo a essermi innamorato di te… e mi piace. Dio se mi piace questa sensazione di tornare a casa e poterti stringere tra le braccia.»

Micheal è travolgente, è un caterpillar pronto ad abbatterti, ma lo fa con una dolcezza tale che nemmeno te ne rendi conto. Sexy come il peccato, ammaliante e seduttore… niente sembra scalfirlo, finchè nella sua vita non piombano un ragazzino dal passato complicato e una donna che del mondo non conosce niente.

Faith è una ragazza pura e a tratti ingenua che si ritrova a vivere nel mondo scintillante di Micheal senza capire come. L’autrice è brava a non renderla una persona debole, ma la descrive come una ragazza che riesce a prendere consapevolezza di sé stessa e delle sue capacità. Faith muove i primi passi in un mondo diverso e sconosciuto, ma giorno dopo giorno diventa più forte e per ogni vittoria che ottiene, il lettore si ritrova ad esultare insieme a lei.

È una coppia agli antipodi, è un amore che sembra improbabile, ma viene narrato in un modo così semplice e lineare che niente sembra al posto sbagliato. 

Alla base della storia troviamo la musica, il rock e il ritmo sfrenato che ti coinvolge concerto dopo concerto. È stupendo sentire l’amore con la quale questi artisti si rimboccano le maniche per riuscire a dare alle loro fedeli fan quell’agognata musica che permette loro di sognare.

Ammetto di aver concluso il libro con un bel sospiro soddisfatto, con il sorriso sulle labbra e con la curiosità di sapere cosa succederà nel prossimo capitolo di questa fantastica serie.

Ho amato “Backstage”, mi è piaciuto “Paparazzi”, ma ho letteralmente adorato “Faith”! Erika Vanzin fa centro ancora una volta a ritmo di rock e di un amore che fa sciogliere anche il cuore più indurito.

Super consigliato!

Be kind and Rock’n’Roll.

VEGA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: