I Canti di Calliope: Contaminazioni di Vittorio Piccirillo

Salve readers oggi voglio presentarvi “Contaminazioni” di Vittorio Piccirillo, edito Tabula Fati.

Nuova ontologia di fantascienza curata da Vittorio Piccirillo in cui all’interno 14 autori nostrani (Massimo Acciai Baggiani, Maddalena Antonini, Silvia Banzola, Maurice J. Bruno, Andrea Coco, Giulia Massini, Emiliano Mecati e Alessio Seganti, Carlo Menzinger, Sandra Moretti, Annarita Stella Petrino, Vittorio Piccirillo, Pierfrancesco Prosperi, Enrico Zini) raccontano 13 storie di mondi possibili alle prese con battaglie che non possono perdere. 

Da sempre, fin dal passato, la missione principale dei medici e scienziati è stata quella di mostrare a tutti l’identità di una possibile pandemia e le sue ripercussioni: mettendo in guardia, trovando la cura e incoraggiando il popolo ad una corsa contro il tempo per cercare di prevenire la possibile catastrofe.

Ma ora…

..il futuro del passato è divenuto il presente, il che ci obbliga ad assumere un atteggiamento diverso, a collocare i medesimi interrogativi in una prospettiva nuova, che non può non tenere conto di quello che abbiamo imparato nel frattempo. Visioni del futuro nel futuro. È questo ciò che ci viene chiesto dal presente…”

Gli autori di queste storie hanno elaborato la sfida in maniera davvero innovativa: non si sono solo limitati a raccontare un possibile scenario, ma l’hanno portato alle sue estreme conseguenze, facendo dell’uomo il portavoce di tutti i nostri pensieri e interrogativi più nascosti.

In tutti i romanzi i personaggi si trovano nella stessa situazione: nel loro mondo si scatena una pandemia, che va sconfitta e affrontata con tutti i mezzi di cui beneficiano. 

Come da tutte le crisi, forse anche da questa abbiamo qualcosa da imparare.. infatti non è la fine la parola a cui dobbiamo pensare ma piuttosto inizio..”

Così racconta Maurice J. Bruno in C.O.V.I.D 

Scritto in terza persona, attraverso una scrittura fluida e semplice, l’autore pone al centro della storia il covid e i rispettivi protagonisti Lisa, Marco, Mark, Schwartz e Ralf, il fondamentale robottino di Intelligenza artificiale. 

Quando la pandemia sembra ormai aver preso piede, ecco spuntare dal nulla una piccola speranza: Ralf.

Esso, nonostante sia un piccolo robot si mostra come un bagaglio di informazioni e di energie che riesce a trasmettere a tutti la volontà di combattere e di non arrendersi. Un punto di inizio per ricostruire quel mondo nuovo di cui, alla fine, abbiamo bisogno.

Un libro consigliato a tutti, soprattutto a quelli che in questi ultimi anni hanno perso tanto, ma conservano in fondo la speranza di poter rivivere quella libertà privata.

BUONA LETTURA!!!

Pubblicato da Filomena

APPASSIONATA LETTRICE, AMO LEGGERE QUALSIASI GENERE LETTERARIO: DAL ROMANCE, AL FANTASY, TROVANDO UN PARTICOLARE INTERESSE PER GLI MM. Come scrive Marilù S. Manzini per me la vita è come un libro da leggere, ognuno ha il suo spessore differente. Qualcuno ha più pagine, qualcuno meno. Quelli con la copertina rigida quelli che l hanno morbida. Ma quello che non possiamo fare è correre subito a leggere la fine, perché siamo analfabeti e impariamo a leggere man mano che sfogliamo. Siamo anche pò dislettici: a volte sbagliamo parola, non capiamo il loro significato, lo scambiamo. In più ci sono le note al margine, le più pericolose, perché non sono risposte attendibili, ma suggerimenti che non fanno altro che incasinarci ancora di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: