Recensione: Breathless di Laura Carloni

Bentrovati cari lettori, è con vero piacere che vi presento Breathless di Laura Carloni, edito self-publishing.

lei mi ha salvato. La foga di pochi istanti fa ha lasciato il posto alla consapevolezza che per tutta la vita amerò questa ragazza.. ho promesso di proteggerla quando ero un bambino ma alla fine è lei che ha protetto me. È nemmeno se ne è accorta.”

Affascinata ancora dal precedente romanzo, Never Stop Smiling, e dal luogo in cui si svolge, Siena, non potevo non leggere questa nuova storia e lasciarmi catturare dal talento di Laura Carloni.

Breathless è un connubio di due realtà opposte, con amicizie, interessi e obiettivi completamenti differenti tra loro, ma che riescono a trovare un’intesa e a costruirsi pian piano qualcosa anche tra tante insicurezze.

Da parte c’è Gabriel: il playboy amato della ragazze ma con un unico interesse, quello della musica.

Dall’altra c’è Sabrina: la ragazza pallavolista, la ragazza perfetta che riesce a conciliare compiti, scuola, palestra, partite.. e quindi nessun tempo da dedicare al cuore. Perché la sua vita ha un unico obiettivo.

Gabriel e Sabrina, pallavolo e musica, due mondi conosciuti tra i banchi di scuola (molto probabilmente molti anni prima) e i libri di fisica. Una maturità che arriva e separa gli anni più belli. E poi gli errori e le scelte si fanno si ripresentano alla porta e ti chiedono il conto.

La specialità di questo romance, a mio avviso, oltre al fatto di essere scritto in modo fluido, semplice e attraverso l’uso dei POV alternati, è quella dello spazio temporale.

Laura Carloni è stata brava, senza creare nessun tipo di confusione nella lettura o renderla noiosa, a far raccontare ai protagonisti di sé stessi e della propria vita: da quando erano piccini, quindi dal loro primo incontro, fino al presente, passando per gli anni più dolorosi quelli dell’adolescenza e maturità.

Un romance ricco di emozioni e di sfaccettature, dove l’autrice ancora una volta ci pone in evidenza, tra le righe, non solo il grande amore dei due protagonisti ma anche il valore dell’amicizia, quanto può essere importante un amico nel momento del bisogno; oppure l’importanza di raggiungere i propri obiettivi attraverso il personaggio di Sabrina; e ultimo o meno importante la fragilità umana con il personaggio di Gabriel, memorabile nel suo ruolo di figlio in una famiglia distrutta dal dolore ma pieno di paure e insicurezze nel suo rapporto con Sabrina.

Un romance ricco che non manca di nulla e che consiglio davvero a tutti di leggere.

Come sempre…. BUONA LETTURA!!!

Pubblicato da Filomena

APPASSIONATA LETTRICE, AMO LEGGERE QUALSIASI GENERE LETTERARIO: DAL ROMANCE, AL FANTASY, TROVANDO UN PARTICOLARE INTERESSE PER GLI MM. Come scrive Marilù S. Manzini per me la vita è come un libro da leggere, ognuno ha il suo spessore differente. Qualcuno ha più pagine, qualcuno meno. Quelli con la copertina rigida quelli che l hanno morbida. Ma quello che non possiamo fare è correre subito a leggere la fine, perché siamo analfabeti e impariamo a leggere man mano che sfogliamo. Siamo anche pò dislettici: a volte sbagliamo parola, non capiamo il loro significato, lo scambiamo. In più ci sono le note al margine, le più pericolose, perché non sono risposte attendibili, ma suggerimenti che non fanno altro che incasinarci ancora di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: